Palagonia, barbaro omicidio di Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez sospetti su un ivoriano

Una rapina sfociata nel sangue. Almeno questa la pista più accreditata. Un uomo ritrovato sgozzato sul proprio letto. La moglie scaraventata direttamente giù dal balcone. La macabra scoperta è stata fatta dai Carabinieri dopo il sequestro di un telefonino risultato essere stato rubato.

Vincenzo Solano, 65 anni è morto dissanguato; la moglie Mercedes Ibanez, 67 anni, è stata uccisa con altrettanta efferatezza. La morte dei due coniugi potrebbe essere avvenuta durante una rapina finita nel peggiore dei modi. Gli inquirenti stanno adesso vagliando la posizione di un extracomunitario fermato dalla Polizia al Cara di Mineo.

L’extracomunitario, originario della Costa d’Avorio, stava passando i controlli per rientrare al Centro accoglienza richiedenti di asilo di Mineo, quando è stato bloccato dalla Polizia. Le verifiche al varco del Cara, dove ci sono diverse migliaia di ospiti, sono state intensificate da parte delle forze dell’ordine e sono costanti 24 ore su 24. Nel borsone che l’uomo aveva con sé la Polizia ha trovato telefonini, un pc portatile e una telecamera. Ha chiesto dei chiarimenti senza ottenerne. Sono così scattati i controlli su un cellulare e gli investigatori sono risaliti al proprietario e al suo indirizzo a Palagonia.

9 su 10 da parte di 34 recensori Palagonia, barbaro omicidio di Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez sospetti su un ivoriano Palagonia, barbaro omicidio di Vincenzo Solano e Mercedes Ibanez sospetti su un ivoriano ultima modifica: 2015-08-30T16:34:10+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento