La Borsa di Shanghai riduce le perdite

La piazza asiatica viaggia su -4,33% a 3.071,061 punti. Ieri l’indice Composite ha raggiunto il -8,5%, nella giornata di massime vendite da febbraio 2007.

La Borsa di Tokyo inverte la rotta nella seconda parte degli scambi e tenta addirittura il rimbalzo, con un +0,92%, sulla spinta del dollaro risalito a 120 yen. L’indice Nikkei, dopo il minimo intraday a 17.747,50 (circa -4,5%), guadagna ora 169,86 punti, a 18,710.54.

La Borsa di Hong Kong ha aperto con un ribasso dello 0,5% e ha in seguito recuperato, portando l’indice Hang Seng a una crescita dell’1,32%.

L’euro è contrastato sulla piazza valutaria di Tokyo dove, in concomitanza con l’avvio degli scambi di Borsa, svicola a 1,1583 dollari e sale a 137,67 yen rispetto ai valori segnati a New York. Il biglietto verde, invece, si attesta sui minimi degli ultimi 7 mesi contro la divisa giapponese, a 118,93 yen.

Lascia un commento