Tianjin, bilancio vittime salito a 85 morti, 6300 i senzatetto

I feriti in ospedale sono 721 di cui 25 versano in condizioni critiche. I Vigili del Fuoco non sanno quali agenti chimici stiano bruciando. Se fosse cianuro di sodio, non va usata l’acqua perché questo aumenterebbe il livello di infiammabilità.

Sull’inquinamento ambientale, il vento aiuta soffiando verso il mare.

Le esplosioni hanno danneggiato 17 mila famiglie, 1700 imprese e 675 centri commerciali, 6300 i senzatetto.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin