No di Forza Italia alla riforma del Senato

Renato BrunettaRenato Brunetta, presidente dei deputati di FI, pone due condizioni per un voto favorevole: “L’elezione diretta dei senatori e l’immediata riapertura del cantiere Italicum, con l’assegnazione del premio di maggioranza alle coalizioni”.

L’esponente del centrodestra conferma che “il documento politico votato all’unanimità nel Consiglio nazionale di Forza Italia del 4 agosto è chiaro: opposizione netta”. Renato Brunetta ribadisce così il no degli azzurri alla riforma del Senato.

Lascia un commento