Roma, al Planetario tre serate aspettando la notte di San Lorenzo

Al Planetario, dal 7 al 9 agosto, sono in programma tre serate di eventi per grandi e piccini dedicati alla pioggia di stelle più attesa dell’anno. I tre affascinanti appuntamenti, che precedono la tradizionale caduta delle lacrime di San Lorenzo, si svolgono nell’ambito della rassegna astronomica Astrosummer 2015, al Planetario mobile di Roma di base a Technotown – ludoteca tecnologica scientifica a Villa Torlonia.

Ecco il programma:

venerdì 7 agosto, alle 21, sarà proposto lo spettacoloStelle filanti, a cura di Gianluca Masi e Stefano Giovanardi. Un’occasione unica e imperdibile per constatare di persona il reale movimento delle stelle nella nostra galassia;

sabato 8 agosto, due appuntamenti (alle 21.10 e alle 22.10) dedicati ai più piccoli con il Dottor Stellarium in persona, ideato ed interpretato da Gabriele Catanzaro, con i suoi Racconti sotto le stelle. L’astronomo-cartoon beniamino dei piccini tirerà fuori dalla sua valigia magica tutto il necessario per orbitare tra asteroidi, comete e stelle cadenti. In parallelo, nel planetario gonfiabile si svolgeranno gli spettacoli per adulti, Storia di una Stella (alle 21) e Il Cielo del Mese(alle 22), di Gianluca Masi;

domenica 9 agosto, sarà una “notte di San Lorenzo in anteprima” con lo spettacolo Quando cadono le stelle di Stefano Giovanardi (alle 21 e alle 22). Una sorpresa attende gli astrofili e amanti dei corpi celesti: le stelle non cadono soltanto il 10 agosto perché, grazie all’assenza della Luna, il 2015 è un anno molto favorevole per avvistare le stelle cadenti. Al termine dei due spettacoli, in via straordinaria viene proposta la sesta serata di osservazione del cielo al telescopio alla ricerca delle famose ‘lacrime’ in caduta sul terrazzo di Technotown.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, al Planetario tre serate aspettando la notte di San Lorenzo Roma, al Planetario tre serate aspettando la notte di San Lorenzo ultima modifica: 2015-08-06T02:21:36+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento