Marsala, madre e figlia si sono suicidate

La tragedia è avvenuta in via Archimede, nei pressi di Porticella. Vittime madre e figlia di 63 e 25 anni. La giovane, invalida al 90%, soffriva di obesità e di una fortissima forma di depressione, che la costringeva all’uso di psicofarmaci. Sarebbe stata questa la causa della tragedia, secondo i parenti e i vicini sul posto, che raccontano di una famiglia umile e sfortunata, dato che la malattia della figlia era diventata anche un tormento per la madre. Ad accorgersi dei corpi senza vita è stato il padre e marito delle vittime, allarmato da una parente che più volte aveva chiamato a casa senza ricevere risposta. A confermare il suicidio ci sarebbe un bigliettino lasciato dalle due donne.

Dopo aver scoperto i corpi, il marito, un ex carrozziere in pensione, è uscito di casa urlando e aggredendo la prima persona che ha incontrato in strada. Testimoni riferiscono che l’uomo, dopo essersi calmato, avrebbe detto. “Lo dicevano che l’avrebbero fatto, ma io non ci credevo”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento