Londra non intende pagare una quota del nuovo prestito ad Atene

Il cancelliere dello Scacchiere, George Osborne, ha fatto sapere che “la Gran Bretagna non è nell’euro, quindi l’idea che i contribuenti britannici possano essere chiamati in causa per questo accordo greco è completamente sballata”.

Il Governo Cameron mette le mani avanti. Londra non intende pagare una quota del nuovo prestito.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento