La Grecia non vuole un nuovo piano lacrime e sangue

Accordo con i creditori si ma nessun “terzo memorandum che porterà altra dura austerità, sofferenze e privazioni per il popolo greco”. Lo ha precisato il Ministro dell’Energia, Lafazanis, durante una conferenza ad Atene.

L’Eurogruppo straordinario sulla Grecia è stato convocato per sabato alle 15. Domenica, invece, si terrà un Eurosummit con inizio alle 16, che sarà seguito dal Consiglio europeo dei 28 paesi dell’Unione europea.

Lascia un commento