Duplice omicidio di Volla caccia al killer di Acerra

La tragedia di Volla è nata tutta da una pipì che l’omicida avrebbe fatto nello stand di Giovanni Galluccio, morto dopo aver preso due colpi in petto, e Giuseppe Sarracino, deceduto in ospedale. “Che fai, vai a pisciare da un’altra parte”. I due insieme al fratello di Giovann avrebbero ripreso un giovane mentre faceva i suoi bisogni nel loro stand.

Sarebbe nata una lite con il giovane che avrebbe avuto la peggio. Sembra che l’omicida, allontanandosi, abbia fatto il gesto della pistola con la mano dicendo. “Ci vediamo domani”. Un proposito poi realizzato martedì mattina quando l’uomo, sembra originario di Acerra, sarebbe arrivato, rivoltella alla mano, sparando a Galluccio per primo, colpendo poi Sarracino. Sarebbe intervenuto a questo punto il fratello di Giovanni e la pistola si sarebbe inceppata. L’assassino avrebbe colpito con il calcio dell’arma il rivale per poi darsi alla fuga e lasciando la pistola per terra.

Una dinamica che sta emergendo a poco a poco e deve essere ancora chiarita del tutto dai Carabinieri di Volla e di Torre del Greco subito arrivati sul posto allertati da una telefonata al 112

Lascia un commento