L’attivista italiano Alessandro De Ponti è in stato di fermo a Erbil

Le autorità curde stanno procedendo ad accertamenti. Lo si apprende dalla Farnesina che precisa che le sue condizioni di salute (una leggera ferita alla spalla) non sono gravi. Ambasciata d’Italia a Baghdad e console a Erbil, in contatto con le autorità locali, seguono da vicino la situazione di De Ponti, entrato nel Kurdistan iracheno dalla Siria senza documenti.

Lascia un commento