Raggiunta un’intesa sulla redistribuzione dei 40 mila richiedenti asilo da Italia e Grecia

Matteo RenziAlla fine si è trovato un accordo nel Consiglio europeo. Entro luglio i Paesi membri dovranno concordare il numero di migranti da accogliere per ciascuno, anche se dal testo sono spariti i riferimenti sia all’obbligo sia alla volontarietà.

Il consiglio informale dei ministri dell’Interno europei affronterà la questione il 9 e 10 luglio a Lussemburgo. Oltre ai migranti approdati in Italia e Grecia, inoltre, l’Europa accoglierà, ma in questo caso solo su base volontaria, altre 20 mila persone che ora sono nei campi profughi di altri Paesi. E’ stato deciso di escludere dal meccanismo Ungheria e Bulgaria, che ricevono già molti immigrati dai Paesi dell’Est e dalla Turchia.

“Non si tratta solo di un problema dell’Italia o della Grecia ma di tutta l’Europa: questo mi sembra un fatto positivo sapendo che c’è ancora moltissimo da fare”. Così ha commentato Matteo Renzi l’intesa sui profughi.

Lascia un commento