Roma, progetti per gli adolescenti web radio e scuole fuori orario

Una rete dei centri di aggregazione giovanile più forte, un servizio Informagiovani itinerante, con la Factory al centro della rete, progetti come web radio e scuole aperte al di fuori dell’orario scolastico: questi i progetti presentati dall’assessorato capitolino a Scuola, Sport, Politiche Giovanili e Partecipazione per rilanciare le politiche orientate agli adolescenti.

Sono quasi 250 mila le ragazze e i ragazzi tra i 10 e i 19 anni che vivono a Roma, la maggior parte in periferia. Giovani in cerca di spazi di riferimento e di aggregazione. Una risposta a queste esigenze è data dai centri di aggregazione giovanile, una rete di oltre 40 realtà diffuse su tutto il territorio romano, censite dal rapporto a cura di Oasi, Rete Iter e università Lumsa.

“L’obiettivo è quello di estendere questa rete – già composta da associazioni, cooperative, enti religiosi e organismi no profit, – anche ai luoghi informali, laboratori culturali, oratori, ma anche scuole che resteranno aperte anche al di fuori dell’orario scolastico” ha detto l’assessore alle Politiche giovanili Paolo Masini” “A partire da settembre vogliamo creare nuove opportunità, attraverso le risorse della legge 285/97, circa un milione di euro, su quattro assi pedagogici: condivisione, talenti, emozione, comunicazione, per valorizzare l’universo giovanile nei suoi ambiti peculiari e più importanti”.

Nell’ambito della “condivisione”, saranno messe in rilievo le realtà che proporranno progetti di cura condivisa degli spazi già esistenti. Per l’asse “talenti” verranno valorizzati gli interventi finalizzati al successo formativo, in particolare di coloro che si trovano in condizioni di maggiore vulnerabilità. Per questo è anche previsto un piano pluriennale di prevenzione e contrasto alla dispersione scolastica, integrato con i sistemi dell’istruzione, della formazione professionale e dei servizi sociali.

Il terzo asse, quello “dell’emozione”, valorizzerà gli interventi che prevedono il potenziamento delle proposte educative nell’ambito del teatro, della musica, dell’arte, dell’audiovisivo e in generale di tutte le performances artistiche. Infine per il tema della “comunicazione” verrà dato sostegno ad iniziative rivolte all’informazione in ambito web e social, nell’ambito di un programma triennale predisposto dalla Fondazione Mondo Digitale. “In questo settore – spiega Masini – avvieremo un progetto per la realizzazione di una rete di web radio delle scuole romane, che favorisca e potenzi il dialogo tra gli istituti ”.

Tante le novità anche per Informagiovani, il servizio di Roma Capitale per l’orientamento su corsi di formazione, opportunità all’estero, cultura, tempo libero, creatività giovanile, volontariato e servizio civile. La sede della Factory, nell’ex mattatoio di Testaccio dove Informagiovani è presente da due settimane, si arricchirà anche dell’esperienza dei volontari del volontariato civile, diventando la Casa del Servizio Civile, mentre Informagiovani, mantenendo come sede centrale la Factory, sarà itinerante sul territorio, per mettere questa eccellenza al servizio di tutti.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, progetti per gli adolescenti web radio e scuole fuori orario Roma, progetti per gli adolescenti web radio e scuole fuori orario ultima modifica: 2015-06-13T02:27:26+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento