Bitritto, Arianna Acrivoulis morta in ospedale a Conversano dopo la fecondazione assistita

La donna di 38 anni è deceduta dopo essere stata sottoposta al “Florenzo Jaja” di Conversano ad un intervento di fecondazione assistita. A denunciare l’accaduto è stato il padre della donna. I carabinieri hanno sequestrato la cartella clinica. Arianna Acrivoulis sarebbe deceduta in sala operatoria dell’unità di fecondazione medica assistita dopo l’agoaspirazione ovarica.

Due i medici iscritti nel registro degli indagati della procura di Bari per cooperazione in omicidio colposo. Nelle prossime ore il pm inquirente del Tribunale di Bari, Luciana Silvestris, affiderà l’incarico per l’autopsia.

Il manager Asl, Vito Montanaro, ha costituito una commissione di indagine composta dal medico legale dell’azienda, dal direttore del Dipartimento di cardiologia e da un anestesista esterno esperto di pratiche di Pma che in passato ha operato presso il De Bellis.

Lascia un commento