Milano, Cannes e dintorni selezione di film dal Festival Internazionale

Si rinnova anche per il 2015, a partire da venerdì 12 giugno, il primo appuntamento dell’anno con le Vie del Cinema, la manifestazione che porta a Milano, in lingua originale e sottotitolati, i film dai Festival di Cannes, Locarno, Venezia e Torino. Così dal 12 al 18 giugno Milano ospiterà Cannes e dintorni, una ricca selezione dei film presentati all’ultimo Festival Internazionale di Cannes, dalla Quinzaine des Réalisateurs e titoli dal Festival di Berlino, dal Torino Film Festival, dal Bergamo Film Meeting e da Sguardi Altrove Film Festival.

“Grazie a un intervento economico specifico del Comune, anche quest’anno le Vie del Cinema porta a Milano il meglio del Festival di Cannes e di altre importanti  rassegne europee – ha detto Filippo Del Corno, assessore alla Cultura -. Questo tradizionale appuntamento, dedicato agli amanti del cinema, entra a far parte del palinsesto di ExpoinCittà, e permette ancora una volta ai milanesi di avere accesso a una proposta cinematografica di altissimo valore culturale. La rassegna, inoltre, rientra in un quadro sempre più strutturale di iniziative per il sostegno della cultura cinematografica, che vede anche la presenza di un network di sette festival di cinema in grado di garantire per tutto l’anno un’offerta ricca e articolata, determinante per lo sviluppo della cultura nella nostra città“.

La manifestazione, promossa da AGIS Lombarda e sostenuta dal Comune di Milano con il supporto del Corriere della Sera, propone 48 proiezioni di 25 film in 12 sale cinematografiche milanesi (Anteo spazioCinema, Apollo spazioCinema, Arcobaleno Filmcenter, Beltrade, Colosseo Multisala, Ducale Multisala, Eliseo Multisala, Mexico, Orfeo Multisala, Palestrina, Plinius Multisala) attente alla programmazione di cinema di qualità. Il Festival di Cannes, che anche quest’anno si è distinto per la qualità e l’originalità dei titoli proposti, sarà presente con film da:

Concorso
•        MOUNTAINS MAY DEPART (SHAN HE GU REN) del regista e scrittore JIA Zhang-ke che racconta la Cina contemporanea
•        OUR LITTLE SISTER (UMIMACHI DIARY) in cui il giapponese KORE-EDA Hirokazu si interroga sul tema della famiglia
•        SON OF SAUL (SAUL FIA) del regista ungherese László NEMES, Grand Prix della Giuria, Premio FIPRESCI
•        THE LOBSTER firmato dal regista greco Yorgos LANTHIMOS, Premio della Giuria
e con una proiezione speciale di MIA MADRE di Nanni MORETTI con Giulia Lazzarini, Margherita Buy, John Turturro, Nanni Moretti

Fuori Concorso
•        LA TÊTE HAUTE di Emmanuelle BERCOT con Catherine Deneuve, Rod Paradot, Benoît Mangimel

Un Certain Regard
•        AN della regista giapponese Naomi KAWASE
•        RAMS (HRÚTAR) dell’islandese Grímur HAKONARSON, Premio Un Certain Regard
•        MASAAN film di esordio del regista indiano Neeraj GHAYWN, Premio Promising Future, Premio FIPRESCI

Quinzaine des Réalisateurs
•        A PERFECT DAY dello spagnolo Fernando León DE ARANOA con Tim Robbins, Benicio Del Toro, Olga Kurylenko, Mélanie Thierry, Fedja Stukan
•        ALLENDE MI ABUELO ALLENDE in cui la nipote di Allende, Marcia TAMBUTTI, ripercorre la storia del nonno, Premio miglior documentario
•        FATIMA del regista francese nato in Marocco Philippe FAUCON
•        LES COWBOYS del francese Thomas BIDEGAIN, già collaboratore di Jacques Audiard
•        MUCH LOVED di Nabil AYOUCH che indaga il tema della prostituzione di alto borgo a Marrakech
•        PEACE TO US IN OUR DREAMS del regista e produttore lituano Sharunas BARTAS
•        THE HERE AFTER dello svedese Magnus VON HORN che si interroga sul tema della violenza giovanile

Si aggiungono inoltre alla programmazione:
MACBETH di Roman Polanski nella sua versione restaurata presentata alla 71.Mostra Internazionale del cinema di Venezia; il primo premio della 33esima edizione del Bergamo Film Meeting AFTERLIFE, firmato dal regista ungherese Virág Zomborácz; DIAMANTE NERO (BAND DE FILLES), terzo capitolo della trilogia della regista e sceneggiatrice francese Céline Sciamma dalla Quinzaine des Réalisateurs 2014; il Premio speciale della Giuria e Premio del pubblico al 32° Torino Film  Festival FOR SOME INEXPLICABLE REASON del regista ungherese Gábor Reisz; IL GESTO DELLE MANI, il documentario di Francesco Clerici che racconta il processo di creazione delle sculture di Velasco Vitali e che si è aggiudicato il Premio Fipresci al Festival Internazionale del cinema di Berlino 2015;  il miglior film e il miglior documentario  del Festival Internazionale del cinema di Berlino/Sguardi Altrove Film Festival, rispettivamente BEN ZAKEN di Efrat Corem e  TITO’S GLASSES di Regina Schilling; il prezioso VIAGGIO A TOKYO di Ozu Yasujiro proposto in versione restaurata e digitalizzata, grazie alla TUCKER FILM.

Per tutti gli appassionati mercoledì 10 giugno alle ore 18 presso la rinnovata libreria Rizzoli di Galleria Vittorio Emanuele è in programma il tradizionale appuntamento con Paolo Mereghetti che assieme a Emanuela Martini e Bruno Fornara presenterà i film in programma nella rassegna.  L’edizione 2015 de le vie del cinema è idealmente dedicata a Mariangela Melato, il cui volto è stato scelto come immagine della manifestazione e si chiuderà il 18 giugno con una serata speciale presso il Teatro Elfo Puccini con un ricordo della straordinaria attrice milanese. Per l’occasione verrà infatti proiettato Il dolore, spettacolo prodotto dal Teatro Stabile di Genova, diretto da Massimo Luconi, ultima intensa interpretazione di Mariangela Melato.

Come dice il Presidente dell’ANEC lombarda, Enrico Signorelli: “Anno dopo anno le vie del cinema ci permettono di fare il punto sul ruolo via via rinnovato che le sale stanno assumendo nell’era dello streaming. I cinema non sono più solo spazi di fruizione e di “prime visioni”, ma luoghi di socialità e di aggregazione, centri culturali dove ci si dà appuntamento sulla base dei propri interessi e della multiprogrammazione offerta dalla sala stessa. Il nostro obiettivo è proprio riflettere sulla relazione cinema / pubblico, offrendo un appuntamento di qualità che permetta agli spettatori di riscoprire il cinema vissuto collettivamente nel buio di una sala, di fronte al grande schermo. le vie del cinema è una manifestazione dal respiro internazionale fortemente radicata nella città di Milano. Tra i suoi obiettivi: la formazione di una generazione di spettatori consapevoli; la valorizzazione della sala cinematografica; la differenziazione dell’offerta di cinema nella città grazie alla presentazione di film della cinematografia mondiale, in anteprima assoluta e in lingua originale con sottotitoli in italiano”.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, Cannes e dintorni selezione di film dal Festival Internazionale Milano, Cannes e dintorni selezione di film dal Festival Internazionale ultima modifica: 2015-06-10T03:26:30+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento