L’Autorità dei Trasporti apre ad Uber ma chiede delle regole

UberUna svolta che non favorisce la categoria dei tassisti. Arriva un “sì” ad Uber anche se è necessario “dare un adeguato livello di regolazione alle emergenti formule del trasporto non di linea diverse dai servizi di taxi ed Ncc basate su piattaforme tecnologiche che offrono servizi di intermediazione su richiesta e con finalità commerciale (Uber, ndr)”.

L’apertura viene dall’Autorità dei Trasporti in una segnalazione a Governo e Parlamento proponendo di “introdurre obblighi specifici attinenti sia alle piattaforme, che ai requisiti del conducente, che alla qualità ed alla sicurezza del servizio”.

9 su 10 da parte di 34 recensori L’Autorità dei Trasporti apre ad Uber ma chiede delle regole L’Autorità dei Trasporti apre ad Uber ma chiede delle regole ultima modifica: 2015-06-05T04:39:44+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

1 commento per “L’Autorità dei Trasporti apre ad Uber ma chiede delle regole

  1. Fabioprizzo
    5 giugno 2015 at 04:47

    Era davvero l’ora che qualcuno prendesse una posizione.
    Uber ha fatto tanto discutere, fatto sta che è un dato di fatto che se la gente lo utilizza, evidentemente è un servizio che la gente vuole. Le tariffe economiche e l’app innovativa hanno fatto il resto.

Lascia un commento