Livorno, don Carlo Certosino si è impiccato nella soffitta della parrocchia

Il corpo del sacerdote di 54 anni è stato rinvenuto da una parrocchiana che ha subito allertato la Polizia. Don Carlo Certosino da poco era stato trasferito in un’altra parrocchia, ma questa decisione non era stata ben accolta né dal religioso né dalla comunità. I fedeli, infatti, da tempo contestavano il trasferimento.

A seguito della protesta dei parrocchiani, infatti, il Vescovo aveva inviato al sacerdote una lettera in cui lo invitava a lasciare la parrocchia entro il 30 di giugno e contestualmente ad assumere l’incarico di parroco nella nuova destinazione, come concordato in precedenza con lo stesso sacerdote.

Il Pm ha disposto ulteriori indagini per risalire alle motivazioni del gesto. Non si esclude che il sacerdote possa aver lasciato un biglietto.

Lascia un commento