Milano, la Stagione 2015-2016 è quella di una splendida Scala

“La Stagione 2015-2016 è quella di una splendida Scala, una Scala innovativa, inclusiva e coraggiosa. Una Scala che con i 237 anni di primato nella musica mondiale sorprende ancora una volta con per la sua straordinaria qualità”.

Lo afferma il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia in occasione della presentazione della stagione 2015-2016 del Teatro alla Scala.

“E’ in corso la Stagione di Expo, la Scala non aveva bisogno di Expo per aprirsi al mondo, eppure ha messo in campo un impegno ulteriore, con grande lungimiranza. In questi mesi –prosegue Pisapia- il Teatro sta offrendo a Milano e all’Esposizione Universale uno contributo di qualità e di attrattività che ha ricevuto il riconoscimento unanime di tutti gli interlocutori italiani ed esteri presenti in città. Un impegno che riguarda anche i temi di Expo, al centro della bellissima opera CO2 ”.

“Il Maestro Riccardo Chailly apre la stagione con Giovanna d’Arco, opera del giovane Verdi –continua il Sindaco- rappresentata per la prima volta alla Scala nel 1845 che manca dal cartellone scaligero da 150 anni. Un’opera rara, musicalmente eccezionale, che dà subito l’idea del taglio che Chailly delinea per la sua direzione: alta qualità, ricerca, riscoperta della tradizione in modo innovativo”.

“C’è da dire grazie a tutti coloro che rendono possibile questo miracolo di bellezza, ogni anno, con passione ma anche con tenacia, superando le difficoltà. La Scala è di tutti, è della città. Sono personalmente grato ai lavoratori che hanno mostrato il loro amore per il Teatro e per Milano in più di una occasione, e in particolare nella stagione di Expo che chiede un impegno aggiuntivo. La Scala è finanziariamente sana, produce valore, fa crescere Milano e il Paese. Il suo successo è il successo di chiunque ama la cultura e la musica”, conclude Pisapia.

Lascia un commento