Caserta, sequestrati 10 milioni a tre persone vicine al clan dei Casalesi

Eseguito dalla Dia di Napoli un sequestro beni per un ammontare di 10 milioni di euro a carico di tre persone ritenute vicine al clan dei Casalesi.

Le persone destinatarie del provvedimento sono coinvolte nelle indagini sulla gestione degli appalti nell’azienda ospedaliera “S. Anna e S. Sebastiano” di Caserta la cui direzione generale è stata sciolta, lo scorso aprile, per infiltrazioni mafiose.

Lascia un commento