Milano, i Botteghini della Fortuna si rifanno il look e diventano info point della città

Gli storici “Botteghini della Fortuna” cambiano look e diventano punti d’informazione turistica della città. Sono state approvate dalla Giunta le linee d’indirizzo per la sostituzione delle nove strutture attualmente presenti lungo l’asse di corso Vittorio Emanuele. Nove moderne strutture che, oltre a migliorare il comfort e le condizioni degli operatori che ci lavorano, si pongono in sintonia con il decoro del principale asse commerciale della città.

“Un provvedimento utile perché oltre a rendere più confortevoli e sicure queste strutture – che potenzialmente potranno garantire un ritorno economico più interessante – ha l’obiettivo di valorizzare la posizione strategica dei botteghini, trasformandoli in veri e propri infopoint a disposizione di cittadini e turisti” cosi l’assessore al Commercio, Attività produttive, Marketing Territoriale Franco D’Alfonso che prosegue:”Le strutture così riammodernate, oltre ad avere  un aspetto più consono al contesto architettonico nel quale sono inserite, consentiranno di eliminare il disordine espositivo della merce in vendita, non sempre in sintonia con il nuovo volto assunto dalla Milano che è diventata ancora più bella per Expo”.

“Una riqualificazione – commenta il Presidente dell’Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti di Milano,Rodolfo Masto – che interessa aspetti architettonici ma soprattutto sociali; infatti, questa nuova convenzione ci permette, in un momento di gravi crisi occupazionale, di conservare e sviluppare nuovi posti di lavoro. Attraverso appositi corsi professionali formeremo i nuovi addetti per metterli nelle condizioni di rispondere al meglio alle aspettative del Comune di Milano”.

I “Botteghini della Fortuna” potranno infatti affiancare alla tradizionale vendita dei biglietti della lotteria anche la vendita di biglietti o abbonamenti per musei, teatri e mezzi di trasporto, nonché schede telefoniche e prodotti di telefonia mobile, oltre a proporre i tanti i prodotti del merchandising Brand Milano.

Le nuove strutture potranno inoltre ospitare anche impianti pubblicitari come rotor, ledwall o schermi televisivi atti a veicolare promo commerciali, ma anche messaggi istituzionali dell’Amministrazione e informazioni di tipo turistico sulla città. In quest’ottica agli operatori (ciechi o ipovedenti) attivi nelle nove strutture il Comune di Milano provvederà, attraverso particolari corsi ad hoc, a fornire un’adeguata formazione in ambito turistico, nell’obiettivo di garantire un servizio in sintonia con le esigenze dei cittadini, dei city user e dei molti turisti.

I costi di realizzazione delle nuove strutture saranno totalmente a carico di concessionari o di eventuali sponsor.

Per evitare la presenza di persone non autorizzate all’interno dei chioschi, sarà la stessa Unione Italiana Ciechi e degli Ipovedenti di Milano a individuare gli assegnatari degli spazi e tutti i concessionari saranno muniti di apposito tesserino di riconoscimento. Il posteggio assegnato sarà strettamente personale e non cedibile o divisibile con altri. Ogni variazione dovrà essere preventivamente comunicata e concordata con il Comune.

Lascia un commento