Napoli, Giulio Murolo si è avvalso della facoltà di non rispondere

E’ rimasto in silenzio l’autore della strage di Secondigliano. L’infermiere Giulio Murolo si è avvalso, infatti, della facoltà di non rispondere nell’interrogatorio condotto dal pm Roberta Simeone. Tra lunedì e martedì è invece previsto l’interrogatorio di garanzia davanti al gip.

A carico dell’uomo è stata formulata dalla Procura l’accusa di ricettazione e detenzione abusiva d’armi per il kalashnikov ritrovato nella sua abitazione.

Lascia un commento