Ciserano, dà fuoco alla bancaria Cinzia Premoli arrestato Fabio Pelis

L’uomo di Cavernago si è consegnato ai Carabinieri. Si tratta del bergamasco di 32 anni che ha dato fuoco alla direttrice di una banca di Ciserano, in provincia di Bergamo, durante un tentativo di rapina. Fabio Pelis aveva pensato di fuggire in Francia passando per la Val d’Aosta ma mentre attraversava il Comune di Verres, è rimasto senza benzina.

Dolorante a causa delle gravi ustioni riportate durante l’aggressione, è salito sul primo treno per Aosta e una volta giunto in città ha cominciato a vagare fin che ha incontrato alcuni vigilantes di un’agenzia privata a cui ha detto che voleva parlare con i Carabinieri. Segnalato il fatto al 112, una pattuglia è subito giunta sul posto per prelevarlo e portarlo in caserma. Di fronte agli inquirenti ha ammesso di essere il responsabile della tentata rapina a Ciserano.

L’uomo, con gravi bruciature su mani e gambe, è stato anche intubato a causa delle ustioni interne.

Fabio Pelis si era appostato all’esterno della della filiale di Ciserano della Cassa rurale e artigiana di Treviglio. Quando la direttrice Cinzia Premoli, 55 anni, è salita sulla sua Volkswagen Polo nel parcheggio, lui si è avvicinato, ha aperto la portiera del passeggero e si è introdotto nell’abitacolo. Poi l’ha minacciata e picchiata, l’ha cosparsa con un liquido infiammabile e ha dato fuoco. Infine è fuggito.

Subito soccorsa da due passanti, la donna residente a Treviglio, ha riportato ustioni di terzo grado su in varie parti del corpo. Versa in gravi condizioni ma non in pericolo di vita. È al centro grandi ustionati a Genova.

Lascia un commento