San Giovanni Montebello, Isidoro Garozzo uccide Luciano Vincenzo Patané ex della figlia

Omicidio in via Etna, all’altezza del civico 62. Luciano Vincenzo Patané, 48 anni, di San Giovanni Montebello, idraulico è stato freddato con 5 colpi di pistola calibro 6,35. A ucciderlo, da breve distanza, è stato Isidoro Garozzo, 65 anni, padre di una donna di circa 40 anni che pare avesse una relazione extraconiugale con la vittima. L’uomo, pensionato, aveva un regolare porto d’armi e lavorava come mezzadro in una villa privata davanti alla quale si è consumato il delitto.

I Carabinieri hanno trovato la vittima riversa in una pozza di sangue, vicino la sua auto, una Bmw, ma ancora viva. Il ferito all’arrivo dei militari era ancora cosciente. Isidoro Garozzo è stato raggiunto dai Carabinieri presso l’abitazione, a non molta distanza dal luogo della sparatoria, in via Etna a San Giovanni Montebello.

Subito sono parsi chiari i motivi del gesto, riconducibili ad una relazione extra coniugale intrattenuta tra la vittima e la figlia dell’arrestato. Nonostante da un anno la relazione era stata interrotta dalla donna, la vittima non si era arresa e si era recata a casa dell’ex, a bordo della propria Bmw 525, per tentare di convincerla a riallacciare la storia.

Nella circostanza avrebbe avuto un diverbio con il padre della donna che si è presentato all’improvviso. Il pensionato è rientrato in casa, ha preso l’arma e scendendo in strada ha sparato all’uomo ferendolo mortalmente. Nel corso della successiva perquisizione domiciliare sono stati rinvenuti e sequestrati ulteriori 4 fucili da caccia e una pistola beretta, anch’esse regolarmente detenute.

Il ferito, allertato il 118, è stato trasportato sino al campo di atletica di Giarre e da li, in elisoccoroso, presso l’Ospedale Cannizzaro dove è deceduto poco dopo.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento