Milano, un giorno di piatti tradizionali europei nelle mense delle scuole

canderliI canederli austriaci, la zuppa estone fatta di gnocchi, patate e pollo, la giardiniera con pollo portoghese, la torta cipriota fatta di semolino, detta shiamali, la paella spagnola, la torta di miele e fichi maltese, lo stufato croato di legumi e carne di maiale con pane, e molti altri piatti, tra i quali, ovviamente non mancheranno i classici italiani spaghetti, pomodoro e basilico.  Sono alcuni dei trenta piatti europei che oggi saranno sulle tavole dei bambini di scuole d’infanzia, primarie e secondarie di primo grado di Milano.

L’iniziativa è stata organizzata  da Milano Ristorazione in occasione di Expo Milano 2015 e in concomitanza con la Festa dell’Europa, che viene celebrata per ricordare il discorso di Robert Schuman: il politico francese che, il 9 maggio 1950, presentò il piano di cooperazione economica che segnò il primo passo verso l’integrazione europea con l’obiettivo creare una futura unione federale, condizione fondamentale per il mantenimento della pace tra i Paesi.

L’idea è nata dalla collaborazione tra Milano Ristorazione e la Commissione Europea, attraverso la direzione generale per la Salute e il servizio scientifico, con il Joint Research Centre tramite il suo Istituto della la Salute e la Protezione del Consumatore che ha sede in Lombardia, ad Ispra.
L’iniziativa vuole sensibilizzare tutti, ma in particolare i cittadini più giovani, sull’importanza di una nutrizione sana ed equilibrata, nonché sull’integrazione, principio universale fondamentale, indicato dai padri fondatori della Comunità Europea.

Nelle mense saranno serviti domani i piatti dei 28 paesi dell’Unione Europea più quelli di Norvegia e Svizzera, due Nazioni fortemente impegnate nel promuovere un’alimentazione sana e salutare.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, un giorno di piatti tradizionali europei nelle mense delle scuole Milano, un giorno di piatti tradizionali europei nelle mense delle scuole ultima modifica: 2015-05-08T02:56:53+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento