Treviso, quarantenne si toglie la vita gettandosi nelle acque gelide del Sile

I passanti hanno dato immediatamente l’allarme. In riviera Santa Margherita sono accorsi i Pompieri che hanno avviato subito le ricerche in acqua, polizia e vigili urbani, e il Suem con un’ambulanza che ha fatto rientro vuota in ospedale.

Il suicidio è avvenuto nel Quartiere Latino a Treviso a pochi passi dal centro. Un uomo di 43 anni di Ponzano ha risalito il ponte dell’Università, si è tolto il giubbotto, ha lasciato il suo telefono cellulare e il trolley poi ha scavalcato il parapetto e si è gettato nelle acque gelide del Sile è scomparendo alla vista dei soccorritori.

La salma è stata recuperata poi a poche decine di metri dal ponte, all’altezza dell’ansa fra Sile e Cagnan, e adagiata nei pressi dell’ingresso del “castello romano”.

Lascia un commento