Gara tpl, via libera dal Garante alla concorrenza

La gara regionale per l’assegnazione del servizio di trasporto pubblico su gomma in tutta la Toscana è corretta e rispetta le norme per la libera concorrenza. A stabilirlo è stato il Garante per la concorrenza e il mercato, che ha comunicato questa mattina alla Regione l’esito del collegio del 15 aprile in cui si è “preso atto delle comunicazioni inviate” dalla Regione in merito alla gara unica. Nella comunicazione l’Agcm precisa che “le ragioni ivi esposte appaiono far venir meno i dubbi concorrenziali formulati dall’Autorità nel medesimo parere” ed ha “disposto l’archiviazione del procedimento in oggetto.

Si chiude, in questo modo, un confronto avviato il 16 febbraio, quando il Garante per la Concorrenza ed il Mercato ha comunicato alla Regione l’apertura (con Parere S2168) di un procedimento volto ad assicurare che nella gara per il lotto unico del trasporto pubblico locale su gomma non fossero presenti “previsioni lesive della concorrenza”. Il Garante in particolare rilevava la dimensione della cosiddetta ‘barriera d’ingresso’, ovvero l’investimento immediatamente richiesto al vincitore della gara per l’avvio del servizio.

La Regione ha fornito ogni elemento di chiarimento, prima in specifiche riunioni di confronto con gli istruttori dell’Autorità, poi attraverso un confronto che ha visto protagonisti diretti il Garante Petruzzella, il Presidente della Regione e l’assessore; infine, con una comunicazione formale del 25 marzo. In particolare sono stati illustrati gli interventi già realizzati per limitare la ‘barriera d’ingresso’ per i partecipanti e spiegate le modifiche che saranno ulteriormente introdotte.

Nei prossimi giorni, il responsabile del procedimento, firmerà un provvedimento definitivo per dare seguito agli impegni presi con l’Autorità. Anche se le modifiche agli atti di gara saranno modeste, è stato comunque deciso di prorogare ulteriormente la data ultima per la presentazione delle offerte (ad oggi fissata al 4 maggio). In questo modo le aziende interessate potranno formulare le loro offerte e l’asseverazione bancaria del Piano Economico Finanziario in base al nuovo quadro.

“Sono più che soddisfatto – ha detto l’assessore regionale ai trasporti – per quella che a tutti gli effetti può essere considerata una promozione definitiva di una procedura di grande complessità, sulla quale gli uffici regionali hanno lavorato con impegno e capacità professionale. A questo punto siamo davvero vicini al traguardo della presentazione delle offerte e quindi della chiusura di un percorso di riforma che è ormai un punto di riferimento riconosciuto a livello nazionale”.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento