Per la prima volta a Vicenza un incontro di appassionati di Instagram

Per il terzo anno consecutivo il 25 e il 26 aprile ritornano a Vicenza le “Invasioni digitali”, iniziativa nata nel 2013 sul web e diventata virale in pochissimo tempo, con lo scopo di diffondere il patrimonio culturale nel mondo di internet e dei social network.

Quest’anno, per la prima volta, gli “invasori” visiteranno non solo mostre temporanee e collezioni cittadini, ma anche l’interno dei depositi museali di palazzo Chiericati, da dove diffonderanno e condivideranno in tempo reale nei social network foto e commenti, utilizzando gli hashtag ufficiali dell’evento: #InvasioniDigitali #InvadiamoVicenza #PalazzoChiericati #MuseoDiocesanoVicenza #PalazzoLeoniMontanari.
Inoltre una speciale invasione sarà riservata agli appassionati di Instagram, il social che diffonde immagini in tutto il mondo tra i più di 300 milioni di iscritti attivi al mese.

“Anche quest’anno – dichiara il vicesindaco e assessore alla crescita Jacopo Bulgarini d’Elci – la nostra città fa parte del circuito nazionale delle Invasioni digitali. Prosegue infatti, da parte dell’amministrazione, lo sforzo di innovare la comunicazione, abbracciando con convinzione l’uso dei social media e della rete per promuovere l’immagine di Vicenza. Per la prima volta i musei cittadini ospiteranno anche un Instameet, cioè un incontro di utenti appassionati di Instagram: un’occasione in più per far scoprire e rendere virali le bellezze vicentine”.

Sabato 25 aprile alle 10 il Museo Diocesano aprirà le porte delle sue collezioni etnografiche. Gli invasori potranno così scoprire il fascino di maschere, feticci, strumenti musicali, riti e magie dell’Africa Nera (durata 60 minuti – massimo 20 partecipanti).
Alle 11 alle Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari invasori adulti e ragazzi potranno visitare la mostra “La Grande Guerra. I luoghi e l’arte feriti”. Una trincea, installazione di Maffeo d’Arcole, accoglierà gli invasori nel cortile del barocco Palazzo Leoni Montanari per introdurli al tema della mostra. Più di cento opere d’arte dell’epoca testimoniano gli aspetti quotidiani della vita dei soldati in trincea e la devastazione di un paesaggio umano e naturale, teatro del cruento del conflitto. I gessi del Canova, danneggiati, ricordano la violenza dei bombardamenti. Un’esposizione fotografica testimonia le ferite che il paesaggio ancora rivela. (durata 60 minuti – massimo 30 partecipanti).
La pinacoteca di Palazzo Chiericati aprirà invece per la prima volta le porte dei suoi depositi: alle 15 gli invasori iscritti all’evento potranno esplorare i luoghi dove sono custoditi dipinti su tela, tavola e affresco, nonché il Gabinetto disegni e stampe, che conserva circa 9.000 opere. Sarà inoltre allestita una piccola esposizione di disegni, dipinti recentemente restaurati e opere mai esposte (durata 60 minuti – massimo 15 partecipanti). Infinealle 16 le Gallerie d’Italia di Palazzo Leoni Montanari proporranno un laboratorio creativo dedicato agli invasori più piccoli sull’arte del ritratto al tempo di guerra nell’ambito della mostra “La Grande Guerra. I luoghi e l’arte feriti”(durata 90 minuti – massimo 25 partecipanti; età consigliata dagli 8 anni in poi). Le visite guidate saranno gratuite, per le modalità di iscrizione alle singole visite consultare il sito www.invasionidigitali.it

L’iniziativa prosegue domenica 26 aprile quando per la prima volta i musei della città ospiteranno un Instameet,ovvero un incontro di utenti appassionati del social network Instagram, che attualmente conta più di 300 milioni di iscritti attivi al mese.

Un gruppo di 25 “Instagramers invasori” visiterà i musei della città per scoprire le bellezze che conservano e raccontarle in tutto il mondo, condividendo le fotografie su Instagram e sugli altri social network.

Il ritrovo sarà alle 13.50 davanti al Museo Diocesano, prima tappa della giornata. I partecipanti attraverseranno quindi piazza dei Signori e visiteranno Palazzo Leoni Montanari. Saranno quindi accolti nel Teatro Olimpico. La giornata si concluderà con la scoperta di Palazzo Chiericati.

In occasione dell’Instameet sarà aperto ufficialmente l’account Instagram dei Musei Civici di Vicenza@museivicenza che racconterà le bellezze dei Musei anche attraverso gli occhi e le foto dei visitatori.

Gli hashtag ufficiali dell’evento per seguire l’esperienza attraverso le foto dei partecipanti sono: #IMVicenza4Museums #igersvicenza #museivicenza #invasionidigitali #invadiamovicenza #MuseoDiocesanoVicenza #PalazzoLeoniMontanari #TeatroOlimpico #PalazzoChiericati . La partecipazione all’Instameet è riservata ad Instagramers attivi, ed è a numero chiuso (25 posti). L’iscrizione è obbligatoria e va fatta sul sito http://imvicenza4museums.eventbrite.it .

Per informazioni e iscrizioni: www.invasionidigitali.it e http://imvicenza4museums.eventbrite.it.

9 su 10 da parte di 34 recensori Per la prima volta a Vicenza un incontro di appassionati di Instagram Per la prima volta a Vicenza un incontro di appassionati di Instagram ultima modifica: 2015-04-19T02:18:17+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento