Serie B, il Crotone non va oltre il pareggio. Ancora una punizione bomba di Ciano evita la sconfitta

ciano - stoianLa solita punizione bomba di Ciano sul finire dell’incontro evita al Crotone la sconfitta che sarebbe stata deleteria per la salvezza.

In ogni caso è stata allungata la striscia positiva dei risultati utili consecutivi (sette) ma non c’è stata la quinta vittoria casalinga che avrebbe consentito di uscire definitivamente dalla zona grigia della classifica. Mister Drago lo aveva detto già alla vigilia dell’incontro che sarebbe stata una giornata difficile per i suoi in considerazione del valore degli avversari. Il campo ha confermato le preoccupazioni della vigilia.

Crotone non offensivo come in altre occasioni e questo è dipeso dalla buona predisposizione tattica del Lanciano. Modulo speculativo con lo stesso 4-3-3 praticato dal Crotone.

Formazione rossoblù ancora diversa dalla precedente partita di Bari per l’assenza del centrocampista Maiello squalificato, Ferrari indisponibile per motivi fisici, Torregrossa per valutazioni tecniche. In sostituzione di Maiello è tornato a centrocampo Dezi insieme a Matute e Suciu. In attacco schierato Padovan. Mister d’Aversa schiera gli otto/undicesimi della precedente giornata lasciando fuori il centrocampista Grossi sostituito da Vastola, l’attaccante Monachello al cui posto Cerri, l’esterno Gatto per Thiam. Quest’ultimo è stato l’arma vincente della sua squadra e la sua uscita per motivi fisici ha sminuito la spinta del Lanciano.

Entrambe le squadre avevano necessità di conquistare i tre punti, il pareggio non ha favorito né l’una, né l’altra squadra per gli opposti obiettivi.

Primo tempo poco incisivo da parte dei rossoblù. Il gioco sulle fasce non è stato come in altre occasioni. È mancato il lavoro di Matute a proposito degli appoggi precisi ai compagni facendo venire meno i giusti tempi delle giocate (l’assenza di Maiello è stata determinante). In attacco Padovan senza lavoro per mancanza di assist nei suoi confronti, e quando li ha ricevuti non è riuscito a svincolarsi dalla marcatura di Aquilanti e Troest. Ciano e Stoian sempre bloccati da Mammarella e Conti. Tiri in porta in seguito a triangolazioni nella prima parte dell’incontro zero da parte del Crotone, qualche tiro pericoloso effettuato dal Lanciano con Thiam che ha sempre trovato pronto Cordaz alla respinta.

La migliore occasione il Lanciano l’ha avuta al quarantesimo minuto con Conti che di testa manda il pallone oltre la traversa da distanza ravvicinata.

Crotone sotto la sufficienza nella prima parte della gara cerca di migliorarsi nella ripresa ma deve subito operare un cambio, fuori Martella per infortunio, dentro Modesto dopo un’assenza di sette giornate.

Una maggiore incisività alla sua squadra mister Drago cerca di darla con l’uscita di Dezi per fare posto al capitano Galardo a centrocampo. Non cambia atteggiamento il Crotone pressato sempre da un Lanciano che cerca i tre punti. Il vantaggio per gli ospiti sarebbe potuto arrivare al minuto cinquantotto se Thiam da favorevolissima posizione non avesse sbagliato un facile gol. Lo stesso giocatore non sbaglia un minuto dopo mettendo dentro il pallone del momentaneo vantaggio.

Passano i minuti e non s’intravede la possibilità del pareggio da parte del Crotone nonostante l’ingresso di un’altra punta, Torregrossa in sostituzione del difensore Balasa. Soltanto calci piazzati per i locali non sfruttati adeguatamente. Occorre aspettare il minuto ottantaquattro (intanto il Lanciano si era indebolito in attacco con l’uscita di Thiam per motivi fisici) perché riuscisse con un tiro bomba di Ciano a mettere dentro il pallone in seguito ad un’altra punizione dal limite (quattordicesimo gol del rossoblù). Risultato di parità che non cambia fino alla fine e poco soddisfatti i due tecnici in sala stampa per non avere centrato l’obiettivo della vittoria. Il Crotone rimane in ogni caso fuori dai play-out, mentre il Lanciano non agguanta la zona spareggi promozione.

Buona la prova del blocco difensivo degli ospiti, sotto la sufficienza quella dell’aitante attaccante Cerri che vanta soltanto tanti centimetri d’altezza ma poca tecnica di gioco. Il rossoblù Claiton è sempre riuscito controllarlo adeguatamente.

Crotone     1

Lanciano    1

Marcatori: Thiam 59°, Ciano 84°

Crotone (4-3-3): Cordaz, Balasa (Torregrossa), Claiton, Cremonesi, Martella (Modesto), Dezi (Galardo), Matute, Suciu, Ciano, Padovan, Stoian. All. Drago

Lanciano (4-3-3): Nicolas, Conti, Aquilanti, Troest, Mammarella, Di Cecco, Bacinovic, Vastola (Paghera), Piccolo, Cerri (Gatto), Thiam (Monachello). All. D’Aversa

Arbitro: Gianluca Manganiello di Pinerolo

Coll. Alessio Tolfo (Pordenone) – Daniele Bindoni (Venezia)

Quarto giudice: Carlo Amoroso di Paola

Ammoniti: Troest, Bacinovic, Balasa

Angoli: 4 a 3 per il Crotone

Recupero: 1 e 5 minuti

Spett. tot. 4.196 euro 19.709; abbonati 3001 rateo euro 15.372; biglietti 1.195 euro 4.337.

9 su 10 da parte di 34 recensori Serie B, il Crotone non va oltre il pareggio. Ancora una punizione bomba di Ciano evita la sconfitta Serie B, il Crotone non va oltre il pareggio. Ancora una punizione bomba di Ciano evita la sconfitta ultima modifica: 2015-04-18T19:33:24+00:00 da Giuseppe Livadoti
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento