Zagarolo, padre Lanfranco Rossi strangolato nel bosco di San Feliciano

Il sacerdote teologo di 55 anni è stato trovato senza vita nei pressi della comunità religiosa “I Ricostruttori” fra i noccioli del bosco di San Feliciano. Sono stati alcune persone che stavano facendo un’escursione a dare l’allarme ai Carabinieri di Zagarolo e della Compagnia di Palestrina.

Il religioso è stato strangolato e così i militari diretti dal capitano Angelo Maiello hanno avviato un’inchiesta per omicidio coordinata dalla Procura di Tivoli. Padre Lanfranco Rossi è stato trovato riverso al suolo in una pozza di sangue. Aveva numerose ferite e traumi alla testa.

Alcuni fedeli della comunità di preghiera sono già stati sentiti dai militari che nell’abitazione dell’uomo, che viveva in condizioni di estrema povertà, hanno sequestrato anche teschi umani e ossa. Potrebbe trattarsi di reliquie anche se non si esclude, a questo punto delle indagini, un rituale satanico. La circostanza non sembra tuttavia avvalorata dalla comunità religiosa della zona, sconvolta dall’episodio.

Anche il vescovo di Palestrina, monsignor Sigalini, ha espresso il suo cordoglio sul sito della Diocesi per la morte del religioso, conosciuto anche per i suoi testi di teologia. Di sicuro nella povera abitazione di padre Rossi oggetti di valore non ce n’erano.

9 su 10 da parte di 34 recensori Zagarolo, padre Lanfranco Rossi strangolato nel bosco di San Feliciano Zagarolo, padre Lanfranco Rossi strangolato nel bosco di San Feliciano ultima modifica: 2015-04-17T20:29:57+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento