Sicurezza stradale, oltre 100 scolari al Safety Park

Come muoversi in sicurezza lungo le strade e quali accorgimenti adottare per ridurre il rischio di incidenti. Sono alcuni dei temi affrontati oggi al Safety Park di Vadena da oltre 100 scolari altoatesini tra i 12 e i 14 anni che hanno partecipato ad un’iniziativa organizzata da UPAD, Safety Park e Dipartimento provinciale mobilità.

All’incontro, che ha affrontato la tematica della sicurezza stradale da un punto di vista teorico e pratico, ha partecipato anche l’assessore provinciale Florian Mussner, il quale sottolinea che “è importante insegnare sin dalla più tenera età le regole del traffico, sensibilizzando bambini e ragazzi ad un comportamento corretto nei confronti degli altri utenti della strada”. Gli oltre 100 ragazzi ospitati oggi dal Safety Park provenivano dalla scuola media di San Genesio, dove viene dato ampio spazio alla tematica anche durante le lezioni.

“Ai ragazzi – spiega il presidente del centro di Vadena, Christof Brandt – viene offerta non solo la possibilità di apprendere le regole e i segnali principali, ma anche quella di testare le proprie conoscenze a bordo di biciclette o di altri veicoli”. “Il nostro obiettivo – prosegue Mussner – è quello di sensibilizzare al comportamento più corretto da tenere lungo la strada tramite l’esperienza. Al Safety Park possiamo disporre di una struttura adeguata e di personale altamente qualificato per poter offrire questa opportunità in assoluta sicurezza, e mi auguro che tante altre scuole possano seguire l’esempio delle medie di San Genesio”.

Durante la giornata, oltre all’assessore Florian Mussner, erano presenti il presidente dell’UPAD Gaetano Gambara, la direttrice dell’Ufficio patenti Giovanna Valentini e la direttrice del Safety Park, Erica Furini.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Sicurezza stradale, oltre 100 scolari al Safety Park Sicurezza stradale, oltre 100 scolari al Safety Park ultima modifica: 2015-04-08T16:56:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento