Fiaccole in mano per non dimenticare i 309 aquilani che non ci sono più

Uccisi alle 3.32 della notte tra il 5 ed il 6 aprile del 2009 da una scossa che ha portato morte e distruzione causando 1500 feriti e 70 mila sfollati, oltre che alle 309 vittime. In piazza Duomo la lettura dei nomi dei morti e si udranno i 309 rintocchi delle campane della chiesa di Santa Maria del Suffragio dedicati alla loro memoria.

aquila fiaccolata

Il corteo nel suo percorso sfila davanti a molti dei luoghi simbolo della tragedia, primo tra tutti la Casa dello Studente, nel cui crollo ci furono 8 giovani vittime. Domani 6 aprile, alle 12, don Daniele Pinton, rettore delle “Anime Sante”, celebrerà la prima messa all’interno della cappella della Memoria dedicata alle vittime e realizzata nel complesso monumentale della chiesa.

La cappella sarà consacrata il 10 aprile dall’arcivescovo metropolita del capoluogo, monsignor Giuseppe Petrocchi. Avrà uno spazio celebrativo e uno specifico per il ricordo, quest’ultimo ospiterà due grandi lapidi con incisi i nomi dei 309 morti nel sisma.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento