Milano, dal 4 aprile la stazione Lanza della linea 2

Con 11 giorni di anticipo rispetto al cronoprogramma, dal 4 aprile la stazione Lanza della linea 2 riapre al pubblico con 6 scale mobili sostituite completamente.

L’intervento, iniziato lo scorso 2 gennaio, ha determinato la chiusura completa della stazione in quanto la soppressione anche di una sola coppia di scale mobili non avrebbe garantito di rispettare i moduli di evacuazione di  legge. In alternativa, a causa della conformazione delle scale mobili accoppiate presenti in stazione, per diminuire il disagio all’utenza, sarebbe stato necessario intervenire prima su tutte le scale di una banchina, chiudendone completamente l’accesso, e poi sull’altra.

In tal modo i lavori sarebbero durati il doppio del tempo, creando un disagio che si sarebbe protratto fino oltre l’inizio di Expo e  coinvolgendo così anche i visitatori che avessero voluto recarsi a Brera.

Da ottobre 2014 a oggi sono 31 le scale mobili completamente rinnovate e operative a disposizione dei passeggeri.
Oltre alle 6 scale di Lanza, gli ultimi impianti inaugurati sono sulla M1: Sesto Marelli (1), Cairoli (2) e Lotto (2). Una delle scale della stazione di Lotto non è ancora fruibile dall’utenza in quanto si trova in un’area della stazione ancora interessata dai lavori per l’interconnessione con la linea M5.

Entro la metà del mese di maggio,  i passeggeri potranno dunque contare complessivamente su 42 nuove scale mobili totalmente rinnovate, che si aggiungono alla sostituzione ex novo delle 16 scale eseguite nel 2013.
In sintesi, dall’inizio del piano di rinnovo partito nel 2013, e considerando i prossimi e ultimi tre collaudi di altrettanti impianti nel 2016, i passeggeri della metropolitana potranno contare su un totale di ben 61 nuove scale mobili.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, dal 4 aprile la stazione Lanza della linea 2 Milano, dal 4 aprile la stazione Lanza della linea 2 ultima modifica: 2015-04-03T19:18:44+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento