Notevole interesse a Vienna per AltoAdige Pass

Il sistema tariffario AltoAdige Pass è stato presentato nei giorni scorsi dal direttore della Ripartizione mobilità della Provincia, Günther Burger, presso il Ministero austriaco del traffico, innovazione e tecnologia a Vienna. Secondo l’assessore Mussner si tratta di una conferma della validità del sistema tariffario e del suo apprezzamento al di là dei confini provinciali.

Quasi 133.000 utenti attivi, un enorme incremento di viaggiatori sui mezzi di trasporto pubblici, nuove funzionalità: è questo il recente bilancio dell’AltoAdige Pass a 3 anni dalla sua introduzione, il 14 febbraio 2012.

“I pregi di questo sistema tariffario hanno convinto tutti e l’Alto Adige Pass è diventato un modello anche per molte regioni vicine. L’invito da parte del Ministero austriaco del traffico, innovazione e tecnologia a Vienna ad illustrare i dettagli del sistema tariffario è la prova che questo sistema può divenire u modello a livello internazionale” sottolinea l’assessore provinciale alla mobilità Florian Mussner.

Secondo il direttore della Ripartizione mobilità della Provincia, Günther Burger, che ha illustrato a Vienna le caratteristiche del sistema tariffario altoatesino, l’aspetto al centro dell’interesse è rappresentato dall’informatizzazione dell’offerta complessiva e dalle tendenze dei sistemi di pagamento elettronico a livello europeo.

“Da un confornto con analoghi sistemoi utilizzati in Svizzera, Austria e Germania è emerso” afferma Burger “che il nostro sistema è ben articolato, di facile utilizzo da parte degli utenti, trasparente e rappresenta una buona base per l’ulteriore sviluppo sotto il profilo tecnologico”.

Qualche dato i merito al sistema: attualmente sono utilizzati 132.831 AltoAdige Pass, dei quali 88.809 a tariffa normale e 44.022 alla tariffa agevolata family. Due terzi sono carte ricaricabili prepagate (prepaid), le restanti sono direttamente conteggiate attraverso c/c bancario (postpaid).

“In tre anni il numero dei possessori di abbonamento paganti è raddoppiato”, sottolinea l’assessore Mussner. Sono poi 6.519 gli AltoAdige Pass gratuiti per le persone con invalidità superiore al 74%. “Se contiamo anche gli abbonamenti per studenti e per la terza età, oggi più della metà della popolazione altoatesina possiede un abbonamento al trasporto pubblico locale”, aggiunge Mussner. Solo nel 2014 il numero delle obliterazioni complessive è salito a 51,8 milioni, vale a dire 2,6 milioni di obliterazioni in più rispetto al 2013.

Un unico biglietto valido su tutti i mezzi e su tutto il territorio ha quindi spinto molte persone ha scegliere bus e treno rispetto al mezzo privato. Particolarmente pratico per l’utenza si è rivelato l’AltoAdige Pass nei collegamenti transfrontalieri verso Innsbruck e Lienz, con conteggio diretto della tariffa del tratto austriaco all’atto del check in nelle stazioni. Inoltre, con la nuova app “MyPass” per Android i titolari dell’AltoAdige Pass che dispongono di un conto online possono verificare in ogni momento i dati del loro Pass sul loro smartphone, dai km percorsi alle classi di tariffe, dalle obliterazioni effettuate al mezzo di trasporto utilizzato.

Tutte le informazioni sull’AltoAdige Pass – richiesta di duplicati, attivazione, blocco ecc. – sono disponibili durante le ore di ufficio al numero tel. 840000426.

 

9 su 10 da parte di 34 recensori Notevole interesse a Vienna per AltoAdige Pass Notevole interesse a Vienna per AltoAdige Pass ultima modifica: 2015-03-20T11:39:16+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento