Parma, sabato 21 tre iniziative di valorizzazione del patrimonio monumentale

Il Comune di Parma, in collaborazione con la Delegazione FAI Parma, presenta per la giornata di sabato 21 marzo un ricco e articolato programma di iniziative volte alla promozione e alla valorizzazione del patrimonio artistico e monumentale di Parma confermando l’attenzione e la cura dell’Amministrazione verso il recupero e la fruizione di luoghi, spesso dimenticati, della nostra città.

La finalità di questa giornata, presentata in conferenza stampa alla presenza dell’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris, l’assessore ai Lavori pubblici ed Urbanistica Michele Alinovi, Giovanni Fracasso, presidente Delegazione FAI Parma, Gabriella Incerti, consigliera dell’Ordine degli Architetti, è quella di far meglio conoscere e comprendere l’imponente patrimonio di spazi architettonici della nostra città, certi che una fruizione consapevole possa costituire un primo passo per un obiettivo condiviso tra cittadinanza, soggetti pubblici e privati: quello di un riuso che può diventare elemento determinante nello sviluppo dell’offerta culturale locale.

“I progetti portati avanti – ha introdotto l’assessore alla Cultura Laura Maria Ferraris – sono un segno evidente di come da parte dell’Amministrazione Comunale e di realtà cittadine forti e positive si senta l’esigenza di aver cura di queste realtà, perseguendo obiettivi anche di larga prospettiva, un passo dopo l’altro”.

“Nella giornata dedicata a Parma – ha spiegato Giovanni Fracasso, presidente Delegazione FAI Parma (vedi comunicato stampa allegato) – abbiamo pensato di coinvolgere le famiglie e i cittadini in una visita all’Ospedale Vecchio in quanto simbolo positivo, esempio di un percorso virtuoso e di una complessità storica stratificata”.

Progetto di restauro conservativo e messa in sicurezza della torre campanaria di San Paolo

Il progetto di restauro della torre campanaria di San Paolo, promosso dal Comune di Parma e reso possibile grazie al contributo della Fondazione Monte Parma, si inquadra nell’ambito più generale della riqualificazione e valorizzazione dell’intero complesso monumentale dell’ex Convento.

Il restauro conservativo della Torre Campanaria di San Paolo, nato dalla necessità di mettere in sicurezza alcuni elementi decorativi pericolanti e di verificare e risanare altre parti già a prima vista degradate, rappresenta per necessità e per riconoscibilità l’inizio di questo processo di recupero.

Il costo dei lavori, che dovrebbero terminare tra circa un anno, ammonta a 400.000 euro, di cui 250.000 provenienti da Fondazione Monte Parma e il restante dall’Amministrazione Comunale.

L’obiettivo è quello di riuscire nel medio periodo a completarne la trasformazione in un polo qualificato di attrattività urbana, rafforzandone così il ruolo di luogo culturale e di scambio sociale.

“E’ stata fondamentale – ha sottolineato l’assessore all’Urbanistica e Lavori pubblici Michele Alinovi – la sinergia tra Amministrazione Comunale e realtà positive del territorio come Fondazione Monte Parma nella volontà di recuperare un vero e proprio simbolo della città”.

Il progetto di valorizzazione e recupero della torre, verrà presentato sabato 21 marzo all’interno della ex Chiesa di San Ludovico, nell’ambito delle manifestazioni che il Comune di Parma organizzerà in collaborazione con il FAI, nell’ambito delle Giornate di Primavera 2015.

La presentazione pubblica del progetto prevede anche interventi di più ampio respiro sul patrimonio delle torri campanarie da salvaguardare, sul contesto del complesso di San Paolo in cui nel 1690 iniziò la costruzione della Torre, sulla sua identità e riconoscibilità urbana, sul tipo di restauro adottato per il recupero e valorizzazione del manufatto, sul lavoro di analisi e diagnosi del degrado e delle criticità strutturali per attuare mirate e non invasive strategie di intervento.

Nel contesto della manifestazione verranno esposti in mostra i materiali più significativi del progetto esecutivo del restauro, già approvato dalla Soprintendenza. L’esposizione, ad ingresso libero, resterà aperta presso la Galleria San Ludovico sabato 21 e domenica 22 marzo dalle 10 alle 13 e dalle 15 alle 18.

Attraverso San Paolo 2015

L’Ordine degli Architetti, Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori della Provincia di Parma accogliendo l’invito del Comune di Parma a collaborare alle Giornate FAI di Primavera 2015 propone, per sabato 21 marzo, un nuovo percorso di visita guidata alla scoperta di alcuni affascinanti ambienti e delle architetture nascoste dell’ex Monastero di San Paolo, proseguendo il cammino già intrapreso con l’evento Attraverso San Paolo del 2013 (nell’ambito del ciclo più vasto di incontri denominato Abitare la città dimenticata).

“Il complesso di San Paolo – ha sottolineato Gabriella Incerti, consigliera dell’Ordine degli Architetti – continua ad essere poco conosciuto dai cittadini, come ancora molti misteri gravitano attorno alla sua storia: anche attraverso questo percorso speriamo di portar un po’ di nuova luce su questo importante monumento”.

Le visite saranno accompagnate dagli architetti stessi che illustreranno al pubblico le diverse, e ancora poco esplorate, fasi costruttive del complesso monastico, scoprendo luoghi segreti e solitamente non fruibili.

Il complesso di San Paolo raramente viene colto come uno straordinario unicum architettonico e i suoi diversi ambienti, che attualmente ospitano istituzioni di grandissimo interesse e pregio, vengono percepiti come elementi separati e a sé stanti.

I visitatori e i turisti spesso si limitano a visitare la camera correggesca non riuscendo ad avere una visione approfondita e d’insieme di tutto il complesso monastico.

Per cogliere la magnificenza e l’unicità che caratterizza questo luogo occorre poter attraversare la straordinaria e imprevista sequenza di pieni e vuoti che lo anima (i tanti chiostri di epoche diverse e i giardini).

Le visite guidate partiranno alle ore 15 e proseguiranno, in successione fino alle 18 (ultima partenza ore 17.30).

Il punto di ritrovo e partenza sarà all’interno della Galleria San Ludovico (borgo del Parmigianino, 2) dove verranno formati gruppi composti da un massimo di 20 persone.

9 su 10 da parte di 34 recensori Parma, sabato 21 tre iniziative di valorizzazione del patrimonio monumentale Parma, sabato 21 tre iniziative di valorizzazione del patrimonio monumentale ultima modifica: 2015-03-16T02:15:50+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento