Milano, inserimenti lavorativi e 6 milioni per anticipazioni sociali e microcredito

pc“Milano attenta al sostegno della formazione e dell’occupazione. Sono infatti oltre 3.000 le persone fragili che, nel 2013 e 2014, hanno frequentato i centri per l’impiego del Comune di Milano. Negli ultimi tre anni, inoltre, abbiamo attivato 703 tirocini e favorito oltre 800 inserimenti lavorativi sia a tempo determinato che indeterminato. Attraverso le azioni di Fondazione Welfare oltre 6 milioni di euro sono stati messi a disposizione delle anticipazioni sociali e del microcredito”. A renderlo noto l’assessore alle Politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca Cristina Tajani nel corso del suo intervento alla Fabbrica del Vapore in occasione del 4° Forum delle Politiche Sociali in svolgimento in città sino al 7 marzo.

“In un mercato del lavoro sempre più mobile – ha proseguito l’assessore Cristina Tajani – investire in formazione rappresenta, per persone di ogni età, un’opportunità di riqualificazione professionale come di inserimento nel mercato del lavoro. Milano, del resto, vanta una tra le più lunghe tradizioni nell’ambito della formazione professionale e dell’educazione, dai giovani agli adulti, oltre a un’innata attenzione per le persone fragili o in difficoltà. Le nostre ‘scuole civiche’ offrono percorsi formativi per tutti e di inserimento professionale per le persone più fragili o per i disoccupati. Una giusta opportunità per trovare il proprio ruolo nel complesso mondo del lavoro”.

In particolare, i Centri di Formazione del Comune (Giusti, San Giusto, Quarenghi, Noto e Pepe) hanno erogato 256 corsi, dalla ristorazione alla sartoria, passando per la falegnameria e il restauro sino all’informatica e all’elettrotecnica. Dei 410 soggetti inseriti nel mondo del lavoro con contratti a tempo determinato   o indeterminato, il 40% sono uomini e il 60% donne. L’età media dei fruitori dei corsi è di 33 anni per gli uomini e 36 per le donne. Gli italiani rappresentano il 69%, gli stranieri sono il 31%.

In vista di Expo 2015, negli ultimi due mesi, grazie alla collaborazione con realtà come MyChef (100 assunzioni), Securitalia (140 assunzioni) e Cooperativa B&B (160 assunzioni), sono stati stipulati accordi per l’inserimento nel sito della manifestazione di circa 400 soggetti svantaggiati per ricoprire ruoli quali addetti alla ristorazione, all’accoglienza, alla pulizia e alla sicurezza.

Milano non è solo formazione ma anche attenzione e sostegno al reddito per i soggetti in difficoltà, grazie alle anticipazioni sociali, dalla cassa integrazione e al microcredito. Sono infatti oltre 1.480 le domande presentate in 15 mesi dai lavoratori milanesi, di cui 933 erogate, per accedere al fondo realizzato da Fondazione Welfare Ambrosiano per le anticipazioni sociali della cassa integrazione per un valore di 3.080.942 euro. Erogati inoltre altri 3.048.800 euro per 447 azioni concrete di microcredito sia a sostegno della nascita di nuove imprese che del reddito personale.

Sempre a sostegno di disoccupati e cassaintegrati il Comune ha confermato anche per il 2015 l’iniziativa “Milano viaggia con me”, attraverso cui l’Amministrazione mette a disposizione 1.000 abbonamenti urbani gratuiti Atm. Dal 2013 sono circa 4.500 i disoccupati e cassaintegrati che hanno potuto usufruire di tale agevolazione per utilizzare i mezzi pubblici del Comune di Milano.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento