A Firenze dal 7 al 9 marzo gastronomia e prodotti tipici lucani

In occasione della rassegna fiorentina “Taste 2015”, di fatto la più importante manifestazione italiana dedicata alle produzioni agroalimentari del Belpaese, la società materana Vero Lucano ha deciso di organizzare, presso i prestigiosi locali del Ristorante Convivium di Firenze, una festa dedicata al cibo lucano in tutte le sue declinazioni.

Nei locali storici della Gastronomia del Ristorante Convivium, di recente affidata alle sapienti mani della Chef Beatrice Segoni, si celebrerà – fanno sapere gli organizzatori – il Made in Lucania proponendo ai visitatori, nei giorni dal 7 al 9 marzo, dalle 11 alle 20, un percorso di degustazioni, illustrate da Patrizia Perrone, in simbolica rappresentanza dei panificatori materani, e legate al Pane di Matera, considerato fra i migliori pani al mondo, in un gemellaggio di gusti con le squisite marmellate di Fichi Rosa di Pisticci dell’Azienda Agricola Ancona di Policoro, nonché dell’Olio Extravergine di Oliva della Collina Materana prodotto dal Frantoio Lacertosa di Ferrandina, il tutto accompagnato da uno dei più prestigiosi vini Aglianico del Vulture, il “Titolo di Elena Fucci”.

L’occasione sarà quella di celebrare l’indicazione di Matera quale Capitale Europea della Cultura per il 2019, con il motto “Il Cibo è Cultura”, proprio nell’anno dell’Expo italiano dedicato all’alimentazione.

Per festeggiare Matera, quindi, è stato realizzato un percorso degustativo, all’interno della Gastronomia del Convivium, dove sarà possibile scoprire alcuni piatti poveri della tradizione contadina materana: la “Cialledd”, la “Fedda Ross”, “Fef’ i C’quar”.

In questa occasione le Pastaie del Convivium prepareranno pasta fresca utilizzando semole rimacinate di grano duro lucano, mentre nell’attesa sarà possibile ascoltare la storia legata all’artigianato artistico materano, con una mostra dell’artista Maria Bruna Festa dedicata ai Cucù (tradizionali manufatti artigianali) per poi scoprire come veniva preparato il Pane negli storici Rioni Sassi, Patrimonio Mondiale dell’Umanità, in forni pubblici dove, per riconoscere la propria forma di Pane venivano utilizzati alcuni timbri di legno o metallo, nell’occasione preparati dalle mani dell’artista Massimo Casiello, giovanissimo tornitore materano.

Una vera e propria esposizione multisensoriale dei “Saperi e Sapori” lucani, per accompagnare e promuovere Matera verso il 2019, e coinvolgere i fiorentini in un percorso che vedrà la Città dei Sassi rappresentare tutta l’Italia in Europa nel 2019.

A fare gli onori di casa, insieme alla Chef Beatrice Segoni, ci sarà il materano Giovanni Schiuma, ideatore del progetto “Mangiare Matera”, legato alla promozione della storia agroalimentare della Città dei Sassi, nonché uno dei promotori dell’eccellenza del Pane di Matera in Italia.

A lui ed agli altri materani presenti, spetterà il compito di raccontare Matera ed il suo pane, per raccogliere adesioni e simpatie verso Matera2019.

Per tutti l’appuntamento è presso il Ristorante Convivium di Firenze, in Viale Europa n.4, dal 7 al 9 marzo 2015.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento