Vicenza, Alessandro Brizzi investe e uccide Angelo Mapelli. L’uomo era ubriaco

Un tasso alcolico di 2,98 g/l pari a 6 volte il limite consentito, molto vicino al coma etilico. E’ stato riscontrato all’automobilista che a Montebello ha provocato l’incidente stradale in cui è morto il manager vicentino Angelo Mapelli. La Procura di Vicenza aveva già aperto un fascicolo nei confronti del veronese, indagato per omicidio colposo, ma ora la sua posizione è destinata ad aggravarsi.

E’ quanto è emerso dall’alcoltest effettuato dagli agenti della polizia locale, intervenuti sul posto per i rilievi, su Alessandro Brizzi, 37 anni veronese residente a Zimella, che a bordo della sua auto, un’Alfa Romeo 156 si è schiantato contro la Citroen C3 del manager.

Dalla serata di ieri Brizzi è ricoverato in gravi condizioni in ospedale, ma non sarebbe in pericolo di vita.

Lascia un commento