Roma, dopo aver consumato un rapporto con 2 prostitute le hanno rapinate

In due operazioni gli agenti del Reparto Volanti della Questura di Roma hanno individuato, bloccato e arrestato 3 rapinatori. Il primo intervento è scattato quando in Viale Palmiro Togliatti una donna ha richiamato l’attenzione di una volante di passaggio chiedendo aiuto. Ha raccontato che una sua “collega” era stata da poco rapinata da un uomo e che lo stesso era appena tornato sul posto con un altro e la stavano picchiando. Gli agenti sono giunti nel momento in cui due uomini stavano strattonando una ragazza e uno dei due aveva una borsa da donna, appena rubata alla vittima. I due sono stati bloccati dalla Polizia. La donna ha raccontato che poco prima, dopo aver consumato un rapporto sessuale con uno dei due, è stata strattonata e rapinata della borsa e che poco dopo lo stesso è tornato in compagnia dell’altro e l’ha aggredita con l’intento di violentarla e rubarle altro denaro. I due, della Costa d’Avorio, sono stati arrestati per rapina in concorso, violenza sessuale e resistenza a Pubblico ufficiale.

Poco prima dell’una di notte poi è giunta al 113 una segnalazione di una rapina ai danni di una prostituta lungo via Tiburtina. Sul posto gli agenti hanno appreso dalla vittima che un uomo, dopo la prestazione sessuale, l’aveva minacciata con un coltello e rapinata del denaro per poi fuggire a bordo di un’auto di cui ha fornito al targa. I poliziotti sono risaliti all’intestatario e lo hanno individuato e bloccato lungo via Casilina. A bordo della macchina rinvenuto anche il coltello a serramanico con il quale ha minacciato la donna. L’uomo, romano di 36 anni, è stato arrestato per rapina aggravata e denunciato in stato di libertà per porto abusivo di arma.

9 su 10 da parte di 34 recensori Roma, dopo aver consumato un rapporto con 2 prostitute le hanno rapinate Roma, dopo aver consumato un rapporto con 2 prostitute le hanno rapinate ultima modifica: 2015-02-14T21:57:28+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento