Addio a case popolari e immobili di lusso

case RomaLe due dizioni scompaiono nel nuovo catasto, illustrato in un documento dell’Agenzia delle Entrate, che prevede un’unica categoria per tutte le abitazioni.

Cambiano i criteri per il calcolo del valore degli immobili. Saranno considerati anche ascensore, piano, affaccio e superficie. Il valore di riferimento di una singola zona sarà calcolato in base ad alcuni parametri, tra cui ubicazione e conservazione, e poi moltiplicato per i mq.

Scomparirà poi la classificazione A/1, A/2, A/3 e tutti gli immobili considerati appartamenti saranno inseriti in “O/1”. Il campionamento degli immobili dovrà partire entro il primo luglio 2015, mentre entro metà 2018 dovranno essere messe a punto le funzioni statistiche. L’obiettivo è di aver determinato la nuova base imponibile a dicembre 2019.

Condividi su...
Share on Facebook
Facebook
0Tweet about this on Twitter
Twitter
Share on LinkedIn
Linkedin