Saronno, lancio di blocchi di ghiaccio dal ponte della Vittoria colpite 2 persone

L’obiettivo del quattordicenne era colpire le persone che percorrevano a piedi il sottopassaggio di via Primo Maggio. Ha preso una ragazza e un’anziana mentre i suoi amici lo incoraggiavano. A fermare l’autore della bravata un’agente della polizia locale che stava andando al lavoro. Il minorenne, con alcuni coetanei, ha notato la neve ghiacciata rimasta nelle aiuole di via Diaz dopo la nevicata. Incitato dagli amici ha raccolto i pezzi di ghiaccio lanciandoli giù dal cavalcavia. L’obiettivo non erano le auto ma i pedoni che camminavano sullo stretto marciapiede che porta da piazza San Francesco a via Varese. Dopo qualche tentativo per calibrare la mira è riuscito a colpire un adolescente e un’anziana. Nessuna delle due vittime ha riportato ferite ma oltre allo spavento hanno dovuto fare i conti con un livido.

I ragazzi sono stati circondati dagli agenti che sono riusciti a bloccare ogni tentativo di fuga. Tutti gli amici del “lanciatore” sono stati identificati e lasciati andare con la raccomandazione a non fare altri giochi pericolosi per strada. Il quattordicenne è stato accompagnato al comando di piazza Repubblica. Da qui gli agenti hanno contattato la famiglia e in pochi minuti la mamma del ragazzo si è precipitata a recuperarlo. Il ragazzino si è giustificato dicendo che era solo un gioco e che non voleva far male a nessuno. Dopo le scuse e la promessa di non ripetere la bravata è stato affidato alla madre ancora sconcertata per l’accaduto.

Lascia un commento