Firenze, contributi culturali prorogato il bando per mappare gli operatori che potranno concorrere all’erogazione

Più tempo agli operatori culturali per partecipare all’indagine conoscitiva in vista della successiva erogazione dei contributi. È stato prorogata a venerdì 6 febbraio la scadenza dell’avviso pubblico per mappare associazioni culturali, enti e soggetti no profit che operano nel territorio fiorentino in campo culturale. La proroga del bando consentirà ai tanti operatori impegnati anche nella partecipazione ai bandi MIBAC (la scadenza era fissata per lo stesso giorno) di avere più tempo a disposizione per rispondere all’indagine, permettendo al Comune di raggiungere un numero adeguato di soggetti da mappare.
Il censimento consentirà agli operatori culturali di concorrere poi all’erogazione dei contributi da parte del Comune. La pubblicazione dell’avviso era prevista dalla delibera della Giunta del novembre scorso, che ha dato il via libera alle nuove regole per l’erogazione dei contributi agli operatori culturali. A partire da quest’anno, infatti, non sarà più la giunta a decidere l’erogazione dei contributi economici, che avverrà tramite avviso pubblico.
La partecipazione all’indagine è necessaria per poter poi accedere alla fase successiva di selezione per l’eventuale assegnazione di contributi per gli anni 2015, 2016 e 2017.
I soggetti ammessi e censiti, il cui elenco sarà pubblicato sul sito internet del Comune, saranno poi invitati a presentare un progetto dettagliato, con annesso piano economico finanziario, per la successiva selezione e l’eventuale erogazione di contributi.
L’indagine e le richieste presentate non vincolano l’Amministrazione comunale, che potrà anche non procedere alle fasi successive. La nuova scadenza per partecipare al censimento è il 6 febbraio 2013 alle ore 13 .

Lascia un commento