Nervesa della Battaglia, droga nei locali arrestati Giovanni De Santis dj Joe Angelo e Cristian Albrino

Sorpresi in un casolare sul Montello a preparare le dosi di ketamina e Mdma e le serata in discoteca e nei locali per spacciarla. In manette sono finiti Giovanni De Santis, deejay di 31 anni molto noto nei locali di Marca con il nome di Joe D’Angelo e Cristian Albrino, disoccupato di 24 anni, arrestati con l’accusa di detenzione ai fini di spaccio.

La Polizia gli stava addosso da qualche settimana, dopo che dalla zona dei locali del Montello e del Montebellunese erano arrivate varie segnalazioni di giovani assuntori di droghe chimiche, spesso minorenni. Gli agenti, guidati dal dirigente della squadra mobile Enrico Biasutti, hanno subito individuato il dj come il punto di riferimento dei ragazzi che, per sballarsi nelle serate di musica in discoteca o nelle birrerie, si sarebbero rivolti a lui. De Santis, che lavora come commesso in un negozio di articoli musicali a Montebelluna, avrebbe gestito lo spaccio insieme all’amico Albrino sfruttando anche la sua attività di deejay e di pr che lo portava a organizzare serate.

I due risultano domiciliati nel rustico ristrutturato, immerso nel bosco sul Montello a Nervesa. E proprio lì la Polizia ha fatto irruzione per una perquisizione che ha portato al rinvenimento di 100 dosi di Mdma, 40 pasticche di ecstasy, 100 dosi di ketamina e vari grammi di cocaina oltre a sostanze da taglio, bilancini e 3 mila euro in contanti. Particolare anche il confezionamento di Mdma e ketamina, vendute in piccole bustine ricavate da post-it divisi per colore in base al principio attivo della dose. I due sono stati arrestati e si trovano ora in carcere a Santa Bona.

Lascia un commento