Roma Creativa, 40 eventi in città oltre la metà gratuiti

Presentati al Macro – Museo d’Arte contemporanea di Roma – i progetti vincitori dell’avviso pubblico Roma creativa: l’offerta culturale per i nuovi pubblici.  Le domande arrivate sono state 230, 39 sono i vincitori, per un finanziamento complessivo di 1 milione e 300 mila euro.

Da gennaio ad inizio marzo la città intera, dal centro alla periferia, da Corviale a Tor Marancia, da Ostiense a S. Maria della Pietà al parco dell’Appia Antica, da Tor Pignattara a San Basilio e all’Alessandrino, sarà interessata da circa quaranta appuntamenti di musica, teatro, fotografia, danza e cinema.

A caratterizzare il programma le arti digitali, la multidisciplinarietà, la valorizzazione del patrimonio attraverso l’uso delle nuove tecnologie, la riqualificazione di spazi pubblici attraverso progetti di arte pubblica e street art, workshop, seminari e percorsi partecipati. Obiettivo dell’iniziativa – nata all’interno del programma Roma d’inverno. La cultura cambia stagione – è coinvolgere nuovi pubblici, consolidare gli esistenti e insieme valorizzare la creatività dei giovani artisti.

“E’ la Roma d’inverno quella che vi presentiamo oggi – ha dichiarato l’assessore alla Cultura e Turismo Giovanna Marinelli – con un cartellone di eventi, più della metà gratuiti, che tocca 8 municipi della città, coinvolge associazioni nuove e molti talenti emergenti. Una nuova Estate romana in versione invernale con un messaggio chiave: la cultura non va mai in letargo. Abbiamo voluto, come Amministrazione, investire in progetti dedicati principalmente alla creatività e decoro, con un impatto importante sul territorio. Tanti gli appuntamenti che mi hanno particolarmente colpito: come le istallazioni interattive che verranno proiettate da Corviale a Coppedè, o le visite guidate dell’Auditorium di Mecenate con gli interni ricostruiti in 3D. O ancora le Urban experience con i radio-walkshow in vari parchi. Roma ospiterà anche dal 6 all’8 febbraio i Premi degli Indipendenti, 20 anni delle storiche etichette. Così come il Festival di arti digitali e interattive nel quartiere Alessandrino. Numerose inoltre le iniziative di street art che partono a San Basilio con un percorso partecipato che coinvolgerà anche i bambini delle scuole, e Tor Marancia e Tor Pignattara dove sono state già realizzate delle prime opere”.

Lascia un commento