Parco Appennino Lucano, riunione della Conferenza dei sindaci

Si è riunita questa mattina la Comunità del Parco dell’Appennino Lucano per procedere alla elezione dei membri designati dall’Ente Parco alla composizione del Consiglio Direttivo e per l’approvazione del Regolamento. Dopo l’illustrazione delle modifiche apportate alla bozza discussa nella seduta precedente, il presidente della Comunità, Ugo Salera, sindaco di Tramutola, ha sottoposto a votazione la versione definitiva del Regolamento, che è stata approvata all’unanimità dei presenti.

Di seguito si è proceduto alla votazionE, dei membri designati al Consiglio Direttivo. Sono risultati eletti Domenico Mitidieri, sindaco di Lagonegro, Vittorio Romano Triunfo, sindaco di Abriola, Rocco Perrone, sindaco di Sasso di Castalda, Marco Zipparri, consigliere e assessore comunale di Marsicovetere.

“Dopo tanto tempo –ha affermato il presidente della Comunità Ugo Salera- finalmente la Comunità del Parco è riuscita a raggiungere un significativo risultato, qual è quello della nomina degli organi direttivi. Tutto ciò ci pone di fronte a un importante obiettivo, come quello della valorizzazione di un territorio che deve recuperare del tempo perduto. L’impegno sarà massimo perché questa comunità crede fermamente in quelle azioni che attraverso il Parco porteranno alla valorizzazione di un territorio dalle tante eccellenze e dalle tante bellezze naturalistiche ed artistiche. Un grazie ai sindaci per la coerenza e il supporto assicurato finora e che sicuramente non faranno mancare in futuro, e al presidente del Parco Domenico Totaro. Siamo di fronte a un nuovo percorso, che dovrà rappresentare l’inizio di una forte e leale collaborazione per la crescita e lo sviluppo delle comunità ricadenti nel Parco”.

“Con l’atto di oggi finalmente finisce il tempo della transizione del Parco e inizia il tempo della governance piena –ha detto il presidente Domenico Totaro ai presenti, a chiusura dei lavori- e per questo esprimo la mia grande e motivata soddisfazione. La Comunità è strumento fondamentale di raccordo tra il territorio e l’esecutivo per raggiungere gli obiettivi che stanno dentro alla missione stessa del Parco.” Il presidente ha ribadito la specificità del Parco dell’Appennino Lucano, ricco di patrimonio naturale e paesaggistico ma anche di natura, cultura ed enogastronomia. “Risorse –ha spiegato- che si rivelano fondamentali per il ruolo centrale che le aree interne assumono nei documenti di programmazione nazionale”.

Il presidente Totaro ha anche richiamato l’importanza della Carta di Roma su natura-cultura, come traiettoria sulla quale è necessario procedere. Nuove opportunità, ma anche nuove sfide, ha poi aggiunto “sono la manifestazione internazionale EXPO 2015, importantissima vetrina per una maggiore valorizzazione dei nostri prodotti tipici, e Matera 2019, obiettivo a cui i parchi hanno contribuito e occasione irrinunciabile di valorizzazione del patrimonio di cultura e natura di cui sono ricchi”. Nell’immediato la prima sfida da affrontare è l’accelerazione di alcuni percorsi già in itinere, come il Piano del Parco, il Regolamento, le misure inerenti la gestione dei cinghiali e quelle che riguardano la valorizzazione turistica dell’area protetta, coma la CETS, il potenziamento dei servizi delle guide del Parco, della sentieristica, della rete degli itinerari e degli strumenti della comunicazione.

9 su 10 da parte di 34 recensori Parco Appennino Lucano, riunione della Conferenza dei sindaci Parco Appennino Lucano, riunione della Conferenza dei sindaci ultima modifica: 2015-01-27T17:47:24+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento