Associazione Lucani Roma, Musica popolare e viticoltura

La musica popolare riceve una crescente attenzione sia a livello locale che nazionale. L’associazione dei lucani di Roma promuove alcune serate sulla musica popolare legata alla tradizione della viticoltura, a partire da venerdì 30 gennaio 2015, alle ore 19.00, presso la sede dell’associazione in Via Nizza n. 56 a Roma.

“In occasione della prima serata – si legge nella nota dell’Associazione – ascolteremo canzoni popolari lucane e non, eseguite da un trio denominato scherzosamente ‘Le tre meno un quarto’. Il trio, formato nel 2011 da Fabio Guandalini (chitarra e voce), Antonio Merola (tamburi e voce) e Nicoletta Salvi (violino e voce), riunisce l’esperienza di musicisti e professionisti con una passione per le tradizioni della musica popolare del centro-sud. I componenti provengono da esperienze musicali disparate che vanno dal jazz , al blues, alla tradizione balcanica, ma sono accomunati da una grande vivacità che coinvolge il pubblico”.

“La performance musicale – riferisce la nota – sarà preceduta da una presentazione della agricoltura biologica che combina antichi sapori e moderne conoscenze agronomiche ed enologiche per produrre vini buoni da gustare in sicurezza. Oggi il vino viene considerato come una eccellenza gastronomica, su cui si possono fare dotte disquisizioni ed eleganti conversazioni, ma dietro la sua produzione c’è davvero una buona fetta della nostra storia e anche del nostro futuro ambientale, economico e sociale. Cose di cui si parlerà nell’ Expo 2015. La Basilicata sarà presente a questo evento mondiale con manifestazioni calendarizzate nella terza e quarta settimana di maggio 2015”.

Al termine dei brani di musica popolare (che talvolta si ispirano al vino), ci sarà la cena con la degustazione dei vini della Cantina Torrerosano del nostro socio Franco Collarino (presidente del Consorzio Grottino di Roccanova) e di vari prodotti dell’agricoltura lucana: pasta, legumi, formaggio, salumi. Coordinerà la serata, Paolo Continanza, esperto e appassionato di musica popolare.

Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento