San Marcellino, quattordicenne si è esploso un colpo alla testa con la pistola del padre

Il ragazzo versa in gravissime condizioni. La tragedia è avvenuta nell’abitazione di San Marcellino del ragazzo che, stando ad una primissima ricostruzione degli investigatori, era rimasto molto colpito dalla morte della nonna avvenuta qualche giorno fa.

Il quattordicenne sarebbe riuscito ad impossessarsi della pistola del padre, un agente penitenziario in servizio a Portici e, dopo essersi disteso su letto ha premuto il grilletto puntando la pistola alla testa. Messi in allarme dalla deflagrazione i parenti hanno chiamato il 118 che ha trasferito il ragazzo all’ospedale di Aversa dove versa i condizioni gravissime.

Lascia un commento