Matthew Gardiner rischia l’ergastolo per essere andato a combattere contro l’Isis

GardinerIl leader del Partito laburista australiano del Northern Territory si è unito ai combattenti curdi contro lo Stato Islamico. In Australia però è illegale appoggiare gruppi armati in Paesi stranieri.

Il politico di 43 anni è stato sospeso da presidente del Partito. Negli anni Novanta era in Somalia come ingegnere. Sarebbero 90 gli australiani arruolati nell’Isis, sul fronte opposto a quello scelto da Territory.

Lascia un commento