Yara, la traccia che tiene in carcere Massimo Bossetti non è del muratore

Lo ha affermato a Quarto Grado Claudio Salvagni, l’avvocato del muratore di Mapello detenuto con l’accusa di aver ucciso la tredicenne Yara Gambirasio a Brembate di Sotto. “Abbiamo lavorato sempre cercando di trovare soluzioni a tutti i dubbi che avevamo e siamo partiti con una relazione dei Ris che ci lasciava alquanto dubbiosi. Siamo arrivati all’ultima relazione depositata pochi giorni fa che, relativamente alla famosa traccia trovata sugli slip di Yara che tiene in carcere Massimo Giuseppe Bosseti, afferma che il Dna mitocondriale rinvenuto in questa traccia non è di Massimo Giuseppe Bossetti”, ha precisato il legale.

9 su 10 da parte di 34 recensori Yara, la traccia che tiene in carcere Massimo Bossetti non è del muratore Yara, la traccia che tiene in carcere Massimo Bossetti non è del muratore ultima modifica: 2015-01-23T22:44:24+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento