Milano, City Angels consegnato il premio Il Campione

“Il Premio ‘Il Campione’ ci mostra l’identità di Milano attraverso il volto di tante donne e uomini che danno concretezza alla solidarietà, alla generosità, a un ideale di fraternità diffuso e condiviso.
Sono persone che nel loro lavoro e nell’attività quotidiana di volontariato hanno dato un contributo al bene comune e un aiuto a chi si trova in difficoltà. Il premio ‘Il Campione’ è ormai una tradizione milanese e racconta una parte di quello che rappresentano i City Angels per Milano. Una bella storia di altruismo nei confronti di chi, per diversi motivi, si trova in difficoltà”.
Lo ha detto il Sindaco di Milano Giuliano Pisapia intervenendo alla cerimonia del Premio ‘Il Campione’, organizzato dai City Angels. Un riconoscimento a chi migliora il proprio ambiente professionale o sociale e rappresenta un esempio positivo per l’opinione pubblica.

“Il Comune – ha aggiunto Giuliano Pisapia – insieme ai City Angels, e alle tante realtà del volontariato, del terzo settore e di tanti singoli cittadini ha creato un modello efficiente di aiuto e sostegno che può essere riproposto in altre città d’Italia. In particolare con i baschi blu siamo intervenuti su più fronti, e per la prima volta dal 2011 quest’anno i senza tetto sono diminuiti in città “.

“Ringrazio tutti i vincitori di questa edizione per la passione e la semplicità di gesti quotidiani che aiutano a rendere meno difficoltose le giornate di molte persone. Sono felice poi del riconoscimento ‘Il Campioncino’ consegnato ad alcune scuole di Quarto Oggiaro. La loro partecipazione a percorsi didattici su legalità e civismo rappresenta bene lo spirito del riconoscimento che mira a sensibilizzare i giovani a temi quali solidarietà e legalità”, ha concluso il Sindaco Pisapia.

9 su 10 da parte di 34 recensori Milano, City Angels consegnato il premio Il Campione Milano, City Angels consegnato il premio Il Campione ultima modifica: 2015-01-22T18:59:51+00:00 da Redazione
Condividi su...
Share on Facebook0Share on Google+0Tweet about this on TwitterShare on LinkedIn0

Lascia un commento