Rimini, sequestrata più di una tonnellata di pesce sottomisura e in cattivo stato di conservazione

L’operazione Labyrinth, sotto il coordinamento del Centro Nazionale Controllo Pesca del Comando Generale, è stata organizzata a cavallo delle festività natalizie, in cui si registra il picco della consumazione di prodotto ittico, e si è conclusa l’altro ieri.

Attenzione è stata data ai punti di commercializzazione e ristorazione per accertare la vendita di specie ittiche protette, rilevare eventuali casi di cattiva conservazione di pescato somministrato alla vendita e frodi alimentari.

I controlli si sono estesi lungo tutto il litorale riminese da Cesenatico a Cattolica, coprendo anche le zone interne di due province (Rimini e Forlì-Cesena).

Lascia un commento