Potenza, 45 Pmi censite in piattaforma nazionale

La provincia di Potenza, rinomata per la “buona tavola”, per la varietà dei suoi paesaggi e per la capacità di coniugare tradizione e innovazione, entra di diritto – grazie alla Camera di Commercio di Potenza – nella piattaforma web che rende onore, con tanto di ‘rating’, alle aziende italiane dell’agroalimentare e alle sue eccellenze produttive. Italian Quality Experience, il portale nato per iniziativa di Unioncamere ha l’obiettivo di far conoscere al mondo la complessità del modello produttivo agroalimentare italiano, composto da circa 700mila imprese della filiera allargata. Un modello che ha dato prova di vitalità, capacità di cambiamento e di leadership non solo produttiva, ma anche culturale.

Ad oggi sono già 45 le aziende della filiera allargata dell’agroalimentare censite dalla Camera di Commercio di Potenza per il territorio di provincia e inserite nella piattaforma web Italian Quality Experience, che è anche uno strumento per promuovere il territorio all’estero attraverso i racconti e i video delle filiere dell’agroalimentare resi disponibili nel portale, anche grazie alla collaborazione con Symbola e con la RAI; sarà una sorta di “viaggio esperienziale” in grado di stimolare l’interesse del navigatore verso territori, produzioni, beni culturali e paesaggistici.

Per diffondere la conoscenza della piattaforma su scala internazionale un ruolo di rilievo sarà giocato dalle 105 Camere di commercio italiane e dalle 81 Camere di commercio italiane all’estero che, anche attraverso la rete dei 1700 ristoranti italiani nel mondo dislocati in 55 Paesi nei cinque continenti, consentiranno di raggiungere oltre 60 milioni di persone. Con Italian Quality Experience si concretizza così uno dei primi progetti inseriti dal Governo in Agenda Italia 2015 per l’Expo, patrocinato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali, dal Ministero dei Beni, le Attività Culturali e il Turismo, dal Ministero dell’Ambiente e, per le attività di promozione all’estero, dalla EXPO 2015 S.p.A.

“Per aumentare il livello di visibilità – commenta il presidente della Cciaa potentina, Pasquale Lamorte – ogni azienda ha la possibilità di esporre e raccontare in questa vetrina virtuale la propria attività. Le imprese con maggiori informazioni certificate verranno riconosciute come più qualificate e, quindi, saranno anche quelle maggiormente visibili”. Grazie allo scoring di visibilità, le Pmi più attive potranno distinguersi più facilmente all’interno del panorama agroalimentare italiano. Come fare? Basta registrarsi gratuitamente sul portale (www.italianqualityexperience.it, www.iqex.it) entro il 31 Gennaio per arricchire il proprio profilo con informazioni sull’attività, i prodotti e la propria storia.

Lascia un commento